Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito usa cookie di analytics per raccogliere dati in forma aggregata e cookie di terze parti per migliorare l'esperienza utente Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso.

Per ulteriori informazioni clicca qui.

Deposito Disposizioni Anticipate di Trattamento (Testamento biologico)

Legge 22 dicembre 2017 n. 219

Cosa fare se si ha intenzione di depositare le proprie disposizioni anticipate di trattamento (DAT)

1. Controllare di avere i seguenti requisiti:

  • - essere maggiorenni
  • - essere capaci di intendere e di volere
  • - essere residenti nel Comune di San Giorgio di Mantova

2. Avere già compilato le DAT, dopo aver acquisito adeguate informazioni mediche sulle conseguenze delle scelte così come raccomanda la legge, in uno dei seguenti modi:

  • - per atto pubblico tramite un notaio
  • - con scrittura privata autenticata da un notaio (La norma NON conferisce ai dipendenti comunali, pubblici ufficiali il potere di autenticare le DAT)
  • - con scrittura privata semplice, con la firma originale e in allegato la copia del documento di identità

NB: Il Comune non rilascia modelli di DAT

3. Indicare un fiduciario:

il fiduciario è quella persona maggiorenne, capace di intendere e di volere, che fa le veci del disponente e che lo rappresenta nelle relazioni con i medici e con le strutture sanitarie nel caso di una futura incapacità del sottoscrittore le DAT di autodeterminazione.

4. Avere la DAT in doppio originale (una da depositare e una da consegnare al fiduciario)

5. Mettere le DAT in buste chiuse, sulle quali dovrà essere riportata la dicitura “Busta contenente le dichiarazioni anticipate di trattamemto di:...Nome e Cognome"

6. Chiedere appuntamento per il deposito delle disposizioni allo 0376/273130 - 31

Il Comune risponderà entro 48 ore invitando il richiedente a presentarsi, con il proprio fiduciario, per il deposito della DAT e l’iscrizione nell’apposito registro. La ricevuta dell’avvenuto deposito verrà data sia al disponente che al fiduciario.

E’ necessario che il cittadino sappia che * l’ufficio di stato civile non partecipa alla redazione delle disposizioni e non fornisce informazioni o avvisi in merito al contenuto delle stesse. Si limita a verificare i presupposti della consegna con particolare riguardo all’identità della persona ed alla residenza, e a ricevere il documento consegnato in busta chiusa come sopra indicato.

* (Circolare Ministero dell’Interno – Dipartimento per gli affari interni e Territoriali - 1/2018)