Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso.

Per ulteriori informazioni clicca qui.

Linee programmatiche approvate dal consiglio comunale in data 30/06/2014

Le linee programmatiche che presentiamo oggi al consiglio comunale ricalcano ovviamente quello che è stato il programma elettorale della lista insieme per San Giorgio di Mantova. Lista che ho l'onore di rappresentare e che ha conseguito il maggior numero di preferenze.
Il programma che abbiamo proposto è stato frutto di una elaborazione collegiale, pubblica, che ha visto la partecipazione di numerosi cittadini. Non è un libro dei sogni, tiene conto di situazioni reali, di problematiche sempre impellenti, propone idee e soluzioni fattibili.
Tra le difficoltà maggiori con cui dovremmo fare i conti ci sono i vincoli normativi che ormai da anni attanagliano i comuni, mi riferisco in particolar modo al patto di stabilità interno. Abbiamo più volte chiesto tramite l'Anci, la nostra associazione nazionale, una modifica, almeno un allentamento del patto, al governo. Sinora dobbiamo prendere atto che in questa direzione non è stato fatto molto, salvo qualche atto sporadico.
Quello che ci sentiamo di confermare anche questa sera, all'atto dell'approvazione delle linee programmatiche, è che affronteremo il nostro mandato con rigore intellettuale, onestà, entusiasmo, competenza, attenti soprattutto ai bisogni dei nostri cittadini.

Gestione del territorio

Ogni cittadino si riconosce nel luogo in cui vive. Le politiche di gestione del territorio costituiscono una leva importantissima per definire le strategie di uno sviluppo urbanistico armonico e tale da garantire sempre più una migliore qualità della vita.

Principi ispiratori

  • Come già fatto con la precedente Amministrazione, si conferma la non trasformazione di ulteriore territorio da agricolo ad altra destinazione.
  • In fase di aggiornamento del Documento di Piano del PGT, si valuterà la possibilità di togliere aree destinate a lottizzazioni e mai convenzionate.
  • Disponibilità a valutare l'ipotesi della Grande Mantova sulla scorta di uno studio scientifico su cosa potrebbe significare l'unificazione dei cinque comuni. Nell'immediato dare attuazione a quanto si è già deciso con il protocollo d'intesa approvato in merito alla gestione di alcuni servizi.
  • Manutenzione del patrimonio immobiliare pubblico.
  • Attenzione alla viabilità stradale e ciclabile, in modo da sostenere sempre di più l’utilizzo di trasporti ecologici per raggiungere i punti strategici del Comune, della città e dei comuni limitrofi. E’ intenzione dell’Amministrazione Comunale garantire la compatibilità fra lo sviluppo economico e sociale con gli obiettivi di sostenibilità ambientale.

Gli interventi sul territorio prevederanno:

  • Predisporre uno studio di forme di incentivazione per una riqualificazione del tessuto residenziale e produttivo, con particolare riguardo nei confronti del risparmio energetico e del riutilizzo degli spazi vuoti.
  • Fare un censimento delle case sfitte per trovare un accordo che preveda affitti meno onerosi per gli inquilini, a fronte di agevolazioni per i proprietari.
  • Manutenzione del patrimonio stradale. Interagire con gli enti preposti per il completamento del tratto conclusivo di collegamento tra via XXV aprile e Piazza dall’Acqua, nonché la conclusione della bretella tra l’uscita di Mantova Nord e Valdaro.
  • Studio per la Riorganizzazione della viabilità interna dei quartieri che possa prevedere anche l'istituzione di sensi unici.
  • Ampliamento di strada Fossamana, così come già previsto nel Piano delle opere pubbliche del 2013 – 2014.
  • Completamento della ciclabile di grande interesse naturalistico – paesaggistico che va da San Giorgio a Bigarello, Foresta della Carpaneta. Il naturale e necessario proseguimento della stessa, deve essere il collegamento con la città, sulla base di studi preliminari già esistenti da concordare con il Comune di Mantova.
  • Promozione di modelli edilizi sostenibili orientati alla riduzione dei consumi energetici.
  • Incentivare l’uso di materiali ispirati alla bioedilizia.
  • Rivitalizzare il tessuto sociale attraverso l’incentivazione delle autocostruzioni e del cohousing.
  • Riproporre l'esperienza del bicibus e del pedibus. Sulla scorta dei risultati dell'indagine in corso, valutare l’esperienza del car pooling scolastico per studenti lontani dai plessi scolastici, con possibilità di prevedere parcheggi temporanei dedicati in piazza Otto Marzo. continuare nell’azione dell’abbattimento delle barriere architettoniche.
  • Riqualificare i percorsi ciclo-pedonabili.

Ambiente e sviluppo sostenibile

La raccolta differenziata è uno dei punti di forza del nostro Comune, che grazie all’aiuto e all’impegno dei cittadini, è diventato un fiore all’occhiello anche a livello nazionale. Importante sarà coinvolgere le nuove generazioni in questo progetto e rendere tutto il processo sempre più intuitivo e snello.

Principi ispiratori

  • Studiare processi e metodi che mirino alla produzione zero dei rifiuti, valutando anche forme di incentivazione per chi differenzia di più.
  • Coinvolgere i cittadini nello sviluppo ecologico del Comune.

Riteniamo fondamentale pertanto:

  • Continuare e potenziare la raccolta differenziata, anche attraverso incentivi per i cittadini più virtuosi.
  • Promuovere iniziative di informazione e di educazione coinvolgendo le scuole e più in generale l’intera cittadinanza.
  • Individuare aree verdi comunali per realizzare gli orti sociali, un modo per coinvolgere la popolazione e le scuole nella gestione del bene pubblico.
  • Istituire giornate denominate “Puliamo San Giorgio” che coinvolgano in momenti diversi sia gli adulti, che i giovani che frequentano la scuola primaria e la scuola secondaria.
  • Coinvolgere i bambini della scuola dell'infanzia in un percorso fatto di giochi, appositamente pensati, per avvicinarli alle tematiche ambientali.
  • Creare un bosco dei nuovi nati, dove vengano messi a dimora alberi autoctoni identificabili per anno di nascita.
  • Istituzione del Regolamento Verde dove catalogare e censire gli alberi, le essenze, i parchi, i giardini pubblici, le strade vicinali e comunali di particolare interesse ambientale.
  • Perseguire le finalità contenute nel PAES tra cui: incentivazione del recupero edilizio dal punto di vista energetico, facilitazione creazione gruppi d'acquisto per installazione impianti solari termici e fotovoltaici, sostituzione dei corpi illuminanti tradizionali con altri a led nelle scuole e negli edifici pubblici.
  • Migliorare la sicurezza, ove necessario, e abbellire i parchi giochi per i bambini.
  • Messa in sicurezza dell’incrocio tra Via Matteotti e Viale Europa.
  • Mantenere un elevato standard di sicurezza nelle scuole.

Politiche sociali

Tra i compiti principali di un Comune c’è quello di prestare servizi ai propri cittadini, cercando di migliorare quelli già esistenti e, se possibile, creandone di nuovi. I servizi rivolti alle persone, soprattutto quelle in difficoltà, rappresentano da sempre una priorità delle Amministrazioni di centrosinistra che si sono succedute negli anni e continueranno ad esserlo anche per la futura.

Principi ispiratori

  • Il livello di difficoltà che stanno vivendo molti nostri cittadini ci deve indurre a fare nuove riflessioni sui servizi che il Comune eroga.
  • Dare sostegno e aiuto alle famiglie in difficoltà, in quanto la crisi economica, ma soprattutto la perdita del posto di lavoro, stanno creando situazioni sempre più drammatiche.
  • Garantire il mantenimento e la qualità della rete di servizi alla persona e alle famiglie ( minori, anziani, stranieri, disabili, …) attraverso interventi ispirati al principio di equità e integrazione anche attraverso forme innovative di sostegno e responsabilizzazione dei cittadini.
  • Consolidare il rapporto con il volontariato locale, espressione di forte partecipazione, di coesione
  • sociale e di senso di appartenenza alla nostra comunità.

Scelte che verranno attuate:

  • Consolidare l’esperienza del fondo di solidarietà, istituire prestiti d’onore, coinvolgendo banche, istituzioni, parrocchia nella implementazione delle risorse necessarie.
  • Con la prossima apertura della casa di riposo, di proprietà e gestione privata, l'amministrazione comunale avrà come impegno quello di sollecitare la Regione affinché venga attuata una politica degli accreditamenti diversa, tale da consentire agli anziani del nostro Comune di poter usufruire di questo servizio restando sul proprio territorio.
  • Cooperare con la società privata che aprirà una casa alloggio in Via Canaletto, dove verranno ospitate sino a 10 persone autosufficienti, sulla base della convenzione che l’amministrazione ha già stipulato con la ditta.
  • Promuovere microprogetti finalizzati a reinserire in realtà lavorative persone che hanno perso il lavoro.
  • Ridefinire i criteri e le modalità per la concessione di sovvenzioni e contributi.
  • Istituire uno sportello lavoro gestito dal Comune in cui venga creato un albo per fare incontrare le aziende locali con i cittadini in cerca di lavoro.
  • Prevedere per l'assessorato al welfare la delega “al lavoro” come segno dell'impegno politico dell'amministrazione nei confronti di questa tematica estremamente importante.
  • Creare rete tra le persone che non hanno lavoro, o che lo hanno perso, per dare loro uno spazio sociale che possa servire alla creazione di posti di lavoro.
  • Incentivare e sostenere nuove forme di imprenditoria giovanile, ricercando sinergie con tutti gli enti preposti, sfruttando i bandi che saranno resi disponibili.
  • Sostenere il concetto di solidarietà, inteso come partecipazione ed impegno nei confronti dei soggetti deboli e delle loro famiglie.
  • Valutare la possibilità di estendere le prestazioni della San Giorgio Servizi S.r.l. nella gestione dei servizi alla persona.

Associazionismo

Le Associazioni e i Centri Comunali presenti sul nostro territorio sono una risorsa insostituibile, sempre capaci di interpretare i bisogni dei cittadini e di interagire con l’Amministrazione Comunale nella definizione e realizzazione delle politiche sociali, di sviluppo delle culture e attività sportive, di tutela dell’ambiente e di valorizzazione del territorio

Principi ispiratori

  • Consolidare le attività realizzate dalle Associazioni, promuovere e favorire le iniziative di pubblica condivisione

Interventi previsti:

  • Promozione delle attività sportive e del tempo libero.
  • Attuazione di attività a sfondo sociale che coinvolgano le famiglie, gli anziani e il mondo giovanile.
  • Incrementare i rapporti di collaborazione con le Associazioni per progetti rivolti ai cittadini
  • Promuovere la cultura del volontariato tra i cittadini.
  • Promuovere il valore della partecipazione democratica tra i bambini e gli adolescenti al fine di stimolare la partecipazione al confronto sulle scelte che riguardano la collettività.
  • Proseguire e potenziare il processo già in atto di messa in rete delle associazioni, in modo da creare maggiori sinergie e avere un migliore utilizzo delle risorse.
  • Promuovere la collaborazione tra l'Amministrazione Comunale e le Associazioni presenti sul territorio, tra cui la Parrocchia, in modo da attivare una rete di comunicazione per un lavoro coordinato e partecipato.

Cultura

L’arte e la cultura rimandano ad un concetto di bellezza che serve a fornire all’uomo strumenti migliori per la convivenza sociale e civile. La cultura è un motore per la coscienza collettiva, consolida il senso di appartenenza e la coesione, è uno strumento di crescita individuale e un mezzo di integrazione tra culture diverse.

Principi ispiratori:

  • Il centro culturale deve continuare ad essere il luogo per eccellenza in cui sviluppare l'azione di promozione culturale della amministrazione. Ricercare ulteriori collaborazioni con organizzazioni e strutture anche esterne al nostro Comune per incentivare un utilizzo sempre maggiore del centro stesso.
  • Pensare a progetti per tutte le fasce di popolazione, dai bambini, ai ragazzi, agli adulti.
  • Proseguire nella collaborazione e nel sostegno alla scuola, primo alleato per la crescita culturale della comunità attraverso una progettazione concordata e condivisa.

Azioni che saranno attivate:

  • Mantenere alta la qualità della biblioteca quale elemento incentivante per la cultura della comunità, implementando le attività che già vengono svolte con nuovi progetti.
  • Proseguire le iniziative sul tema della legalità.
  • Promuovere una cultura dei diritti, istituire il registro delle unioni civili e il registro del testamento biologico per la raccolta e la conservazione comunale delle dichiarazioni anticipate di trattamenti sanitari dei cittadini residenti nel comune.
  • Promuovere attività rivolte alle famiglie.
  • Progettare corsi su varie materie rivolti agli anziani (università della terza età).
  • Porre attenzione ai centri ricreativi comunali, grande patrimonio del nostro comune, per farli crescere come punti di aggregazione dei cittadini.

Scuola

La scuola è la prima istituzione che può contribuire alla crescita culturale di una comunità. Nella scuola si insegna la cultura democratica della convivenza, dell'accoglienza e del rispetto delle persone e delle cose. Formare i bambini di oggi, significa preparare i cittadini di domani.

Principi ispiratori

  • Garantire il diritto di ogni bambino ad essere accolto, anche se di cultura diversa o portatore di handicap.
  • Supportare le famiglie nel difficile compito di educare ma parallelamente chiedere ai genitori un ruolo attivo, partecipativo, di conoscenza e coinvolgimento diretto nelle scelte e nelle azioni da attivare con il mondo della scuola.

Azioni che saranno attivate:

  • Mantenere alta la qualità delle scuole arricchendo l’offerta formativa.
  • Incentivare la progettualità, con la collaborazione dell’amministrazione comunale, soprattutto negli ambiti dell’ambiente (rispetto del bene pubblico), dell’integrazione sociale, della cultura artistica e della partecipazione dei genitori.
  • Proseguire il progetto di cittadinanza attiva nelle scuole e la collaborazione con le associazioni.
  • Consolidare l’esperienza positiva promossa dall’assessorato alla scuola per quanto riguarda il coinvolgimento delle scuole nelle iniziative proposte dal Centro Culturale.
  • Aiutare le famiglie straniere per consentire loro una maggiore integrazione.
  • Creare una collaborazione tra scuole e Ecomuseo, per riportare alla luce e valorizzare agli occhi dei nostri giovani il patrimonio ambientale, culturale e storico del nostro territorio. Questo permette anche agli alunni delle scuole di uscire da quelli che sono i confini comunali per fare nuove esperienze.

Giovani e Sport

I giovani devono fare da collegamento con l’aiuto del Comune tra realtà diverse, ma ugualmente importanti: associazioni sportive, scuola, centro culturale e Parrocchia. Se questo avviene avremo degli adulti consapevoli e rispettosi della realtà in cui vivono.

Principi ispiratori

  • Valorizzare il contributo dei giovani.
  • Mantenere il centro culturale come fulcro dell’azione comunale.
  • Utilizzare nuovi mezzi di comunicazione, soprattutto i più usati dai giovani, come ad esempio i social network.
  • Incentivare le sinergie tra le realtà del territorio per ottimizzare le risorse.
  • Promuovere progetti di servizio civile e sostenere i ragazzi che intendono parteciparvi.
  • Prestare grande attenzione ai centri sportivi e ricreativi comunali, patrimonio importantissimo della nostra comunità.
  • Favorire la diffusione della pratica sportiva, incentivando l'attività di base, in collaborazione con le società sportive.

Azioni che saranno attivate

  • Incentivare e promuovere le attività e le manifestazioni culturali, i corsi, le serate alla Tana del Drago, l’Informagiovani e la biblioteca.
  • Potenziare le relazioni tra le associazioni sportive, organizzando anche una Festa dello sport, itinerante nel corso degli anni attraverso i centri sportivi presenti sul territorio, con tornei aperti a tutte le fasce di età.
  • Incentivare l’attività sportiva nei bambini.
  • Creare una Consulta dei Giovani: luogo reale o virtuale in cui ci si possa confrontare e che sia uno stimolo per la crescita. Farla diventare un collegamento tra l’amministrazione comunale e i giovani e le loro proposte, uno strumento per incentivare il coinvolgimento e la partecipazione civica.
  • Utilizzare la pratica sportiva come metodo di sviluppo di relazioni e di integrazione.

Sicurezza

La sicurezza è per definizione la conoscenza che l’evoluzione di un sistema non produrrà stati indesiderati. E’ un diritto del cittadino che deve essere garantito dalle istituzioni preposte a tale scopo. L'impegno della Amministrazione Comunale è dar vita a politiche per prevenire e contrastare fenomeni indesiderati.

Principi ispiratori

Proseguire nella gestione e nella tutela del benessere dei cittadini attraverso l'attuazione di tutte quelle iniziative di prevenzione sociale che contribuiscono a favorire la convivenza civile.

Azoni che saranno attivate:

  • Implementare l’installazione di telecamere a copertura di edifici pubblici, parchi giochi ed eventualmente esercizi commerciali con una compartecipazione alle spese da parte dei privati.
  • Programmi di prevenzione con il coinvolgimento dei cittadini che preveda scambi di conoscenze. Partecipazione attiva affinché le persone abbiano un senso di appartenenza ai luoghi in cui vivono.
  • Proseguire nel percorso di ricerca di intese con altri comuni per promuovere una più stretta collaborazione atta a garantire un maggior sistema di vigilanza sul territorio, in sinergia anche con le forze dell'ordine.
  • Studio sulla viabilità e la sicurezza stradale, che individui le priorità e le azioni da intraprendere per garantire una maggiore sicurezza viaria; che stabilisca gli ausilii che consentono una riduzione della velocità; che preveda l'individuazione di percorsi protetti pedonabili e ciclabili.

Informazioni e partecipazione

Un cittadino informato di ciò che avviene nel suo territorio è un individuo consapevole dell’ambiente in cui vive, delle sue iniziative e delle sue necessità. Sviluppare un metodo di informazioni di facile fruizione per tutti e completo è necessario perché la cittadinanza partecipi alle attività proposte dal Comune rendendolo un’entità viva e non solo un ente formale. Questo fa in modo che il luogo in cui si vive non sia solo limitato all’interno delle proprie case, ma spazi anche nell’ambiente che ci circonda, favorendo la socializzazione e la comunicazioni tra i cittadini e tra questi e il Comune.

Principi ispiratori:

Ridefinire una regia coordinata di comunicazione del Comune con la cittadinanza al fine di massimizzare i risultati e aperta a nuovi canali senza tralasciare i tradizionali.

Interventi previsti:

  • Potenziare la capacità e la velocità comunicativa del sito del Comune con il supporto dei nuovi media e strumenti digitali (facebook, twitter, google + e you tube).
  • Cercare di migliorare la newsletter del sito.
  • Il sito del Comune deve essere la fonte principale di informazione per tutto ciò che avviene nel territorio.
  • Attivare e coadiuvare gli strumenti di interazione della cittadinanza sia con sistemi digitalizzati che classici.
  • Mappare le attività del Comune e segnalarle alla cittadinanza in tempo reale sul sito.
  • Riorganizzare la redazione e la distribuzione di un giornale cartaceo di prima comunicazione alla popolazione.
  • Archivio video dei Consigli Comunali.
  • Con l’ammodernamento del sistema di videosorveglianza si prevede la possibilità di cominciare a dotare di wifi gratuito il territorio.

Il Sindaco
(Morselli Beniamino)